Condizioni Generali di Vendita

Art. 1) Parti
Le presenti Condizioni Generali fanno riferimento alle seguenti Parti:
• l’Acquirente che è il soggetto (persona fisica o giuridica) che sottoscrive l’ordine riportato nella pagina retrostante alle presenti Condizioni Generali;
• il Venditore che è il soggetto le cui generalità sono indicate nell’ordine al quale l’ordine stesso è destinato.
• il Produttore che è il fabbricante del bene.

Art. 2) Contratto
L’offerta dei beni da parte del Venditore, sia nei propri locali commerciali sia nei cataloghi, vale come offerta al pubblico.
L’offerta si intende accettata dall’Acquirente mediante sottoscrizione da parte di quest’ultimo dell’ordine riportato nella pagina retrostante alle presenti Condizioni Generali.
L’ordine sottoscritto dall’Acquirente vale come Contratto, a tutti gli effetti di legge. Il Contratto si reputa concluso nel momento e nel luogo della sottoscrizione dell’ordine da parte dell’Acquirente. La conclusione del Contratto comporta l’applicazione delle presenti Condizioni Generali che, essendo stampate nella pagine retrostante all’ordine, si reputano conosciute dall’Acquirente.

Art. 3) Oggetto del Contratto
La vendita ha ad oggetto esclusivamente i beni indicati nell’ordine.

Art. 4) Prezzo
Il prezzo concordato e indicato nell’ordine si intende comprensivo di I.V.A.

Art. 5) Termini e modalità di pagamento del prezzo in contanti o assegno
5.1) L’Acquirente corrisponde al Venditore, nel luogo di sottoscrizione dell’ordine:
• un acconto pari al 30% del prezzo convenuto, al momento della sottoscrizione dell’ordine, a titolo di caparra confirmatoria, come disciplinato dal successivo art. 7);
• il saldo del prezzo, quando richiesto dal Venditore, e comunque prima della consegna della merce;
• la richiesta del Venditore del pagamento del saldo del prezzo non significa che i beni oggetto del Contratto sono pronti per la consegna.
5.2) Il pagamento del prezzo tramite assegno bancario deve essere preventivamente autorizzato dal Venditore.
5.3) In caso di pagamento a mezzo bonifico bancario, i beni verranno consegnati all’Acquirente solo una volta che il Venditore avrà ricevuto sul proprio conto corrente bancario l’accredito del prezzo pattuito per la compravendita.
5.4) In caso di vendita di beni usati per esposizione (vedi successivo art. 14) l’Acquirente corrisponde al Venditore nel luogo e nel momento di sottoscrizione dell’ordine l’importo integrale del prezzo.

Art. 6) Termini e modalità di pagamento del prezzo mediante finanziamento
6.1) In caso di pagamento a mezzo di finanziamento si applicano i termini e le modalità di pagamento previste dal contratto di finanziamento sottoscritto dall’Acquirente con la società erogatrice del finanziamento.
6.2) Nell’ipotesi in cui l’Acquirente richieda il pagamento del prezzo a mezzo finanziamento e questo non venga concesso per qualsivoglia motivo, ragione o causa, l’Acquirente potrà pagare il prezzo in contanti entro e non oltre 8 giorni lavorativi dalla data di comunicazione di diniego del finanziamento. In caso di mancato pagamento entro detto termine, ciascuna delle parti avrà la facoltà di recedere dal Contratto, dandone comunicazione scritta alla controparte.

Art. 7) Caparra confirmatoria
7.1) Il Venditore ha diritto di recedere dal contratto, ritenendo la caparra versata dall’Acquirente e le spese di deposito di cui al successivo art. 9.6), esclusivamente nei casi in cui:
• il rifiuto da parte dell’Acquirente di ricevere la consegna dei beni si protragga per un periodo superiore a 30 giorni a far data dall’offerta di consegna fatta per iscritto dal Venditore;
• il rifiuto da parte dell’Acquirente di effettuare il pagamento del saldo del prezzo si protragga per un periodo superiore a 30 giorni a far data dalla richiesta del Venditore.
7.2) Il Compratore ha diritto di recedere dal contratto ed esigere dal Venditore il doppio della caparra versata, esclusivamente nel caso in cui il Venditore non consegni i beni ordinati dal Compratore entro 30 giorni dalla data dell’offerta scritta di consegna da parte del Venditore.

Art. 8) Termini di consegna
8.1) I beni oggetto del Contratto verranno prodotti con processi ad alto contenuto manuale dal Produttore sulla scorta delle indicazioni fornite dall’Acquirente con la sottoscrizione dell’ordine.
8.2) I termini per la consegna sono del tutto indicativi, in quanto strettamente collegati ai processi di produzione ad alto contenuto manuale di cui si avvale il Produttore.
8.3) La consegna dei beni ordinati avverrà:
• nel termine meramente indicativo di 60 giorni lavorativi dalla sottoscrizione dell’ordine per le consegne nel territorio della Regione in cui lo stesso è stato sottoscritto;
• nel termine meramente indicativo di 60 giorni lavorativi dalla sottoscrizione dell’ordine per le consegne fuori dal territorio della Regione in cui lo stesso è stato sottoscritto.
8.4) I termini di consegna di cui al precedente art. 8.3) non costituiscono termine essenziale e potranno subire variazioni dovute alla natura del processo produttivo di realizzazione dei beni ordinati (v. art. 8.1).
8.5) Per “giorni lavorativi” si intendono i giorni dal lunedì al venerdì, i soli in cui il Produttore esegue la produzione dei beni oggetto del Contratto, con esclusione del sabato, dei giorni festivi e di chiusura feriale.

Art. 9) Modalità di consegna
9.1) Il vettore incaricato dal Venditore esercita attività di trasporto con propria autonoma organizzazione imprenditoriale, con gestione a proprio rischio e con organizzazione dei mezzi e delle attrezzature necessarie per l’esecuzione del trasporto, senza assoggettamento ad alcun potere di direzione e vigilanza del venditore.
9.2) Premesso quanto stabilito all’art. 9.1, dalla rimessa del bene al vettore per il trasporto fino alla consegna al Compratore, il Venditore è liberato da ogni rischio e responsabilità derivante dal trasporto stesso, essendo il vettore direttamente responsabile. Il Venditore non è responsabile di eventuali danni causati dal vettore a cose e/o persone durante il trasporto e nella fase di consegna dei beni oggetto del Contratto.
9.3) I beni oggetto del Contratto si intendono consegnati al Compratore con la rimessa al vettore incaricato del trasporto.
9.4) L’Acquirente ha il dovere di segnalare al Venditore, al momento della sottoscrizione del Contratto, eventuali circostanze (a titolo esemplificativo e non esaustivo porte, vani scala, soffitti, ecc. di dimensioni tali da non consentire il transito dei beni ordinati) che richiedano l’utilizzo di mezzi meccanici (scale aeree, montacarichi, gru, etc.) per la loro consegna. Pertanto, in caso di impossibilità di far transitare i beni attraverso le porte, i vani scala, ecc., che accedono ai locali ove gli stessi vanno collocati, sono a carico dell’Acquirente le spese per l’eventuale impiego dei mezzi meccanici di cui sopra.
9.5) Nel caso di consegna su isole (escluse Sardegna e Sicilia) o in zone impervie sono a carico dell’Acquirente i costi relativi all’impiego di mezzi eccezionali di trasporto (a titolo esemplificativo traghetti, teleferiche, ecc.).
9.6) Entro il giorno della consegna l’Acquirente si impegna a sgombrare i locali ove i beni devono essere collocati da ogni oggetto che possa ostacolare la consegna e/o l’eventuale montaggio, salvo diversi accordi scritti con il Venditore.
9.7) In caso di assenza dell’Acquirente, i beni vengono consegnati alla persona che si trova nel luogo previsto per la consegna.
9.8) Nel caso in cui l’Acquirente ritardi a prendere in consegna i beni oggetto del Contratto, sarà tenuto a corrispondere al Venditore, oltre al prezzo pattuito per la compravendita, le spese di deposito che vengono convenute in € 5,00 a collo per ogni giorno di ritardo.

Art. 10) Allacciamenti
10.1) Il vettore incaricato della consegna dal Venditore non è autorizzato ad effettuare gli allacciamenti agli impianti domestici (a titolo esemplificativo e non esaustivo, allacciamenti alle condutture del gas, alla rete idrica ed elettrica), pertanto tali allacciamenti sono esclusivamente a carico dell’Acquirente.
10.2) Stante il disposto dell’art. 9.1, il Venditore non risponde degli eventuali danni a cose e/o persone causati dagli allacciamenti eventualmente effettuati dai vettori in violazione della dispo-sizione di cui al precedente art. 10.1).

Art. 11) Modifiche nella costruzione e/o nelle tonalità di colore dei rivestimenti dei beni
11.1) Il processo di fabbricazione ad alto contenuto manuale è condizionato dai canali di approvvigionamento del Produttore, ed è interessato da un’evoluzione costante, sia nella tecnica costruttiva, sia nella qualità e nella natura del materiale impiegato.
Ciò premesso, il Produttore si riserva la facoltà di apportare modifiche costruttive al bene oggetto del Contratto anche successivamente alla sottoscrizione dello stesso, qualora lo ritenga necessario per una migliore qualità del bene. Resta inteso che il Produttore non ha alcun obbligo di apportare tali modifiche ai prodotti già costruiti.
11.2) Durante le fasi della lavorazione della pelle, al fine di mantenere il più possibile inalterata la naturalezza del rivestimento e per aumentarne il pregio, la stessa viene conservata intatta mediante l’impiego di processi di concia ad alta tecnologia.
Per tale ragione possono permanere sulla superficie di tali rivestimenti segni di vita vissuta dell’animale (quali, a titolo esemplificativo, cicatrici, marchi a fuoco, rughe, punture d’insetto etc.) e, pertanto, eventuali segni naturali restano volutamente visibili così come le piccole differenze di colore rimangono inevitabilmente evidenti. Ciò premesso, detti eventuali segni naturali presenti sulla superficie dei rivestimenti in pelle, non potranno essere qualificati come difetti ma come garanzia che si tratta di vera pelle.

Art. 12) Misurazioni, planimetrie, disegni
In relazione agli ambienti ove i beni devono essere installati, l’Acquirente è responsabile dell’esattezza delle misurazioni fornite e/o indicate al Venditore anche tramite disegni o planimetrie, esonerando il Venditore da ogni responsabilità in merito.

Art. 13) Difetti di conformità
13.1) La denuncia di eventuali vizi o difetti da parte dell’Acquirente dovrà essere effettuata in forma scritta nei termini di legge; in tale ipotesi il Venditore, effettuerà un sopralluogo e, ove necessario, provvederà a proprie spese al ritiro di detti beni e al loro invio al Produttore perché ne accerti l’effettiva sussistenza. In ogni caso, il sopralluogo e l’eventuale ritiro dei beni da parte del Venditore non costituisce riconoscimento dei vizi denunciati.
13.2) Gli eventuali interventi sui beni di cui al precedente art. 13.1), ove ritenuti necessari dal Produttore, saranno effettuati dallo stesso nei termini indicativi di cui al precedente art. 8.3) in conformità ai tempi di produzione del Produttore.
13.3) Al momento della consegna l’Acquirente è tenuto a visionare i beni consegnati in ogni loro parte e a denunciare al trasportatore le eventuali non conformità, rilevabili attraverso un rapido e sommario esame dei beni, mediante specifica indicazione degli stessi nel modulo di consegna, che dovrà essere sottoscritto dall’Acquirente.

Art. 14) Vendita di beni usati per esposizione
14.1) Nell’ipotesi di acquisto di beni esposti in negozio (beni da esposizione), l’Acquirente accetta consapevolmente di comprare beni usati poiché oggetto di precedente utilizzo da parte del Venditore per fini dimostrativi ed espositivi (a titolo esemplificativo e non esaustivo, prove di seduta, di apertura e chiusura del meccanismo divano-letto, apertura chiusura del meccanismo relax, etc.).
14.2) I beni da esposizione vengono acquistati nelle condizioni in cui si trovano al momento della sottoscrizione dell’ordine.
Nell’ipotesi di acquisto di beni da esposizione il Venditore è responsabile dei difetti che si mani-festano nel termine di un anno dalla consegna dei beni.
14.3) In ogni caso il Venditore non risponde dei difetti che costituiscono normale conseguenza del pregresso utilizzo dei beni da esposizione acquistati.

Art. 15) Nullità parziale
Le parti concordemente dichiarano, ai sensi dell’art. 1419, 1° comma, codice civile, che la nullità di singoli articoli o la nullità parziale del Contratto non comporterà la nullità dell’intero Contratto.

Art. 16) Legge applicabile
La legge applicabile al Contratto è esclusivamente quella italiana.

Art. 17) Foro competente
Per qualsiasi controversia dovesse insorgere in relazione al Contratto, in deroga alla ordinaria competenza territoriale, le parti dichiarano concordemente che è competente in via esclusiva il giudice del luogo in cui si trova la sede legale del Venditore, con espressa esclusione dei criteri previsti dalla legge in via alternativa e facoltativa.

Art. 18) Giurisdizione Le parti stabiliscono la giurisdizione esclusiva del giudice italiano. Pertanto l’Acquirente non potrà adire un’Autorità Giudiziaria in altro Stato.

Stile & design moderno, personalizzazione su "misura", qualità 100% Made in Italy.